TENNIS RUBIERA

 

 COME TUTTO EBBE INIZIO…

 

Correva l’anno 1974 quando un gruppo di amici rubieresi fra i quali Ermes Cigarini, Enrico Zarotti, Marco Chierici, Fausto Ferrari,William Pettineo, Nerino Levrini, Claudio Reverberi, Dino Gianferrari, Arnaldo Bedeschi, Werther Barbieri, Gianluca Capria, Roberto Santunione e Mauro Bertolani fonda il “Club Adelfi” con sede in via Libertà a Rubiera presso il Centro Sportivo Italiano.

Le finalità di questo Club sono di avere un punto di ritrovo e d’incontro durante il tempo libero ed organizzare gare sportive. In uno di questi incontri qualcuno lancia l’idea di provare a giocare a tennis.

L’idea piace e quasi tutti i soci del Club si recano a Modena, alla Città dei Ragazzi, dove il maestro Coggi insegna loro i fondamentali dello sport della racchetta. In quegli anni l’unico campo da tennis (in terra rossa) a Rubiera è di proprietà della ditta Tetra-Pak al quale possono accedere solo i dipendenti. Tramite Giovanni Rossi, dipendente, il Club Adelfi instaura rapporti di collaborazione col Rag. Poli, direttore sportivo del Cral Tetra-Pak.

Vengono concordati i tempi di utilizzo del campo da parte dei soci del Club Adelfi i quali provvedono ad organizzare corsi per ragazzi e dipendenti e tornei amatoriali. Già in quel periodo chi tiene i contatti coi circoli limitrofi ed organizza le attività sociali è Ermes Cigarini. Nell’estate del 1976  da parte di Cigarini ed Aniceto Gasparini, figura carismatica del circolo tennis di Casalgrande, viene organizzato un torneo per i rispettivi soci utilizzando oltre i campi di Casalgrande e della Tetra-Pak anche quelli di Masone e San Faustino.

Alla fine degli anni settanta l’attività tennistica rubierese è in continua e costante crescita e per non interromperla nel periodo invernale vengono organizzati tornei a squadre usufruendo del campo coperto di Corlo di Formigine. I tennisti locali fanno presente all’Amministrazione Comunale la necessità di dotare la cittadinanza rubierese di un impianto tennistico e dopo alcuni anni vengono esaudite le loro richieste con la costruzine nel 1980 di due campi in terra rossa all’aperto in via Mari presso la zona sportiva.

Il primo torneo sociale d’apertura dell’attività nel Luglio 1981 è vinto da Roberto Santunione su Walter Barbieri, quello di chiusura da Franco Taglia su Mauro Zanasi. Con la costruzione dei due campi comunali nasce sulle ceneri del Club Adelfi il Circolo Tennis Rubiera.

Soci Fondatori Circolo Tennis Rubiera: Cigarini Ermes, Capria Gianluca, Borghi Roberto, Pifferi Claudio, Vellani Pietro, Zarotti Enrico, Santunione Roberto, Barbieri Werther, Prandi Emilio, Zattera Massimo, Taglia Franco e Spallanzani Alberto.

Presidenti:

  • Cigarini Ermes dal 1980 al 1987
  • Capria Alfonso dal 1988 al 1993
  • Barbieri Werther dal 1994 al 1995
  • Melli Mirko dal 1995 ad oggi (come Polisportiva Rubiera Tennis)

Consiglieri: Del Monte Walter, Dettani Enrico, Cavazzoli Oriello, Cavazzoli Arno, Montanari Massimo, Levrini Nerino, Bocconi Lello, Borghi Graziano, Prandi Ugo, Morgotti Renata, Neri Emanuele, Ricchetti Mauro, Malagoli Ivo, Ballabeni William, Tassoni Guido, Cigarini Ermes, Saccani Luigi, Pattacini Tiziano, Ferrari Brunello, Zafferi Carlo, Gianfranceschi Gianluca.

I primi corsi di tennis vengono tenuti prima da Massimo Margaria e poi da Marina Manzini che possono però solo sfruttare il periodo  estivo. Nel 1982 i 120 soci del circolo si autotassano e acquistano un pallone pressostatico per la copertura di un campo onde proseguire l’attività anche nel periodo invernale. Negli anni ottanta l’attività promozionale, sociale ed agonistica del circolo è fiorente grazie alla dedizione ed all’impegno continuo e costante di tutto il consiglio direttivo.

Vengono organizzati corsi per ragazzi/e ed adulti, tornei sociali d’apertura e di chiusura dell’attività estiva; le squadre partecipano ai campionati federali nelle varie categorie e nel periodo estivo vengono organizzati tornei maschili, femminili e giovanili. A metà degli anni ottanta viene ravvisata dai soci la necessità di dotare l’impianto di un ulteriore campo coperto, possibilmente con struttura fissa al quale abbinare un posto di ritrovo accogliente e dignitoso.

Il Rag. Alfonso Capria, presidente del circolo ed i tecnici Graziano Borghi ed Alfonso Lusuarghi presentano all’Amministrazione Comunale un progetto che, ottenuto il permesso dal CONI Provinciale, vede la prospettiva di un mutuo agevolato col Credito Sportivo per la costruzione di un nuovo campo e la ristrutturazione dell’impianto già esistente.

L’Amministrazione Comunale concede il terreno, concorre alla realizzazione del progetto  e si impegna a versare la quota dell’abbattimento degli interessi. Nella primavera del 1989 iniziano i lavori ed a fine anno il Sindaco Guido Tassoni può inaugurare oltre al nuovo campo con fondo in erba sintetica e copertura in legno lamellare, sorto a fianco dei due già esistenti, anche i locali per spogliatoi, uffici e bar.

In quegli anni il tennis cresce ed è in continuo aumento la richiesta di ore di gioco.  Il Consiglio del Circolo, sempre presieduto dal Rag. Alfonso Capria, esaminate le condizioni del pallone pressostatico ormai fatiscenti e sollecitato dal corpo sociale inoltra all’Amministrazione Comunale un nuovo progetto per la costruzione di un altro campo coperto a fianco dell’esistente.

L’Amministrazione Comunale, sempre sensibile alle richieste provenienti dal mondo sportivo, si accolla anche questi oneri ed alla fine del 1991 il circolo può contare su due campi coperti in erba sintetica e due campi all’aperto in terra rossa oltre ad un accogliente e spazioso bar-ristorante.

In questo periodo i tennisti maggiormente rappresentativi del circolo sono Massimo Montanari ed Emanuele Neri seguiti qualche anno dopo da Alessio Cavazzoli. In campo femminile oltre a Renata Morgotti, Eugenia Ricchetti, Daniela Setti ed Alida Gozzi negli ultimi anni si sono distinte Prisca Cantarelli e Maria Zanni he hanno raggiunto le classifiche regionali. In questi anni i corsi di tennis sono tenuti da Gabriele Scappi.

Dopo diversi anni di fiorente attività tennistica, verso la metà degli anni novanta per il tennis rubierese inizia un periodo di sofferenza per altro ravvisata anche a livello provinciale, regionale e nazionale. Il Circolo Tennis Rubiera, visto l’importante investimento finanziario intrapreso con la costruzione dei due campi coperti, è tra i primi in provincia ad avere difficoltà finanziarie e per la prima volta nella sua storia ventennale vede sciogliersi quel gruppo storico che aveva sempre lottato per tenere in piedi il Tennis.

Purtroppo alla fine del 1993 il presidente consegna le chiavi dell’impianto al comune il quale, viste le impellenti necessità, trasforma il secondo campo coperto in una palestra polivalente gestita direttamente dal comune. I campi da tennis per quasi due anni non vengono più utilizzati. Nel 1995 l’Amministrazione Comunale bandisce una gara per la gestione complessiva dell’impianto.

La gara se l’aggiudica la Polisportiva Rubiera che chiede ad Ermes Cigarini di riorganizzare la sezione Tennis. La Polisportiva incarica il giocatore Alessio Cavazzoli di riaprire i corsi di Tennis per adultie bambini con un contratto di collaborazione sportiva. Con pazienza e duro lavoro la strada della ripresa è cominciata. Ad affiancare Cavazzoli nei corsi di tennis arriva Romani Fabio che si occupa dei corsi per bambini per diversi anni.

Il 5 Febbraio 2003 viene purtroppo prematuramente a mancare Ermes Cigarini che tanto ha dato per il Tennis a Rubiera fin dai tempi del Club Adelfi. Un torneo Open in sua memoria viene indetto a partire dal 2004 e trasformato poi in torneo di terza categoria che tuttora si svolge a fine Agosto.

A questo punto la Polisportiva lascia la direzione dei Campi da Tennis ad Alessio Cavazzoli, Oriello Cavazzoli, Romani Mario che con l’aiuto negli anni successivi di Massimo Montanari e Giovanni Giorgi continuano il lavoro iniziato. I corsi di tennis per adulti sono stati tenuti sempre da Alessio Cavazzoli mentre per i ragazzi abbiamo visto susseguirsi negli anni Alessandro Bonini, Mauro Colognesi, Luca Greco, Elio Lucetti e Fabio Bigarelli.

…E COME TUTTO EBBE FINE

Dal 1 Luglio 2016 la Polisportiva Rubiera non ha più la gestione dei campi da tennis che sono passati in mano alla UISP. Si chiude in questo modo un’avventura durata molti anni e ricca di soddisfazioni, di momenti di aggregazione, di amicizie e di buon tennis. Ricorderemo con piacere i tornei, i campionati a squadre, le cene che hanno caratterizzato più di 20 anni di gestione così come, uno ad uno, tutti coloro che hanno partecipato ai corsi, sia adulti sia bambini e chi ha frequentato abitudinariamente i campi. Con cuore ed animo decisamente dolenti vi salutiamo e vi auguriamo di poter continuare a praticare al meglio questo bellissimo sport.

Lo Staff della Polisportiva Rubiera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...